fbpx

CANTIERI APERTI – sabato 24 FEBBRAIO

di Martina Marucco

Incontri con i restauratori dell’area archeologica del Mudi

Proseguono i lavori di restauro dell’area archeologica di età romana e durante l’orario di apertura del MUDI è possibile assistere dal vivo alle operazioni di manutenzione e conservazione dei restauratori.

SABATO 24 FEBBRAIO

Speciali visite guidate alle ore 15.00 e alle 16.00

Le indagini archeologiche eseguite tra il 2007 e il 2008 nella Cattedrale di San Lorenzo di Alba hanno restituito alla città un significativo spaccato della propria storia, che oggi si può conoscere visitando l’area archeologica del MUDI. Nel percorso archeologico sotterraneo sono musealizzate le tappe dello sviluppo edilizio della città e della cattedrale stessa, da ripercorrere come in “un viaggio nel tempo” tra i resti della basilica civile romana di Alba Pompeia, il fonte battesimale della prima cattedrale del VI secolo e le testimonianze della chiesa del VII e del X secolo.

Si è reso ora necessario intervenire con urgenza per conservare e preservare quanto riportato in luce una quindicina di anni fa.

Si è iniziato l’estate scorsa con il restauro conservativo sugli apparati murari, pavimentali e tombali dell’area della prima chiesa, un ambiente dell’edificio paleocristiano in cui è visibile una tomba a cassa antropomorfa. La manutenzione e il restauro dell’area è stato curato dai restauratori de La Bottegaccia snc – Restauri, grazie al contributo della Fondazione CRC.

Lavori di restauro dell’area archeologica della prima chiesa, 2022

Ora sono in corso i lavori di restauro dell’area adiacente, quella più antica, in cui sono visibili i resti di un edificio romano di destinazione civile: la basilica, edificio pubblico affacciato sul lato orientale del Foro. L’intervento dei restauratori de La Bottegaccia ha l’obiettivo di consolidare e preservare lo scavo senza alterarlo utilizzando materiali adatti e naturali, ristabilire la coesione delle malte presenti, stuccare le fughe ed evitare che i frammenti si stacchino.

Fondamentale è la valorizzazione delle stesse, anche a lavori in corso.

Sabato 24 febbraio verranno organizzate speciali visite guidate curate dal personale del museo e dai restauratori che illustreranno i lavori in corso e potranno rispondere a domande e curiosità.

Verranno organizzati 2 turni di visita, alle ore 15.00 e alle 16.00, aperti a tutti, giovani, famiglie e appassionati.

Poter assistere al restauro di un’opera, in questo caso di un’area archeologica, è un’occasione unica che consente di vedere e comprendere il lavoro del restauratore, indispensabile per mantenere viva l’eredità del nostro patrimonio culturale per le generazioni future.

La manutenzione e il restauro dell’area è realizzato grazie al sostegno della Fondazione CRT e della Fondazione CRC – Bando Patrimonio Culturale.

CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE

La visita guidata è gratuita, è richiesto il contributo d’ingresso al museo: 3 € adulti; 2.50 € Associazione Amici di Castelli Aperti e possessori tessere Amici di Castelli Aperti; 1.50 € dai 6 ai 18 anni; gratuito under 6 e abbonati Torino Musei.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA. I posti sono limitati

PRENOTA QUI

PER INFO

Tel. 345.7642123 – mail: mudialba14@gmail.com

DOVE

Piazza Rossetti, ingresso dal campanile della Cattedrale

You may also like

Il sito archivia cookie per offrire un servizio più personalizzato. Sono d'accordo Continua

Privacy & Cookies Policy